Home » Prima Pagina » Emanuele Gaudiano, il primo materano a partecipare alle Olimpiadi
Emanuele Gaudiano, il primo materano a partecipare alle Olimpiadi

Emanuele Gaudiano, il primo materano a partecipare alle Olimpiadi

L’atleta Emanuele Gaudiano primo partecipante materano alle Olimpiadi di Rio de Janeiro

“Dopo 14 mesi di duro lavoro abbiamo il piacere di sapere ed informarvi che, con l’aiuto di Admara, Emanuele ha conquistato un posto individuale per l’Italia per i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro!”

È con queste parole che lo stesso atleta materano, Emanuele Gaudiano ha annunciato sul suo profilo Facebook  la partecipazione al traguardo più ambito da ogni sportivo: la partecipazione alle Olimpiadi, che si terranno quest’estate a Rio de Janeiro.

Per questa olimpiade il cavaliere Emanuele è riuscito a qualificare tre cavalli tra cui scegliere per accompagnarlo: Caspar 232, Corbanus e Guess 6.

L’Italia sarà così rappresentata anche negli sport equestri.   Sono tre i binomi della squadra italianaStefano Brecciaroli su Viscount George, Pietro Roman su Barrafranca e Vittoria Panizzon su Borough Penny.  Nel salto ad ostacoli l’Italia sarà presente a Rio de Janeiro con un binomio a titolo individuale. “I 1245 punti accumulati al termine del lungo e complesso iter di qualifica dall’agente scelto Emanuele Gaudiano, insieme ad Admara 2, sono bastati per garantire alla nostra nazione un posto a Rio anche nel salto ostacoli.” 

Messaggi di stima da parte dell’assessore alle politiche giovanili, Massimiliano Amenta: “Orgoglio per Matera e per l’equitazione, pratica sportiva di straordinario valore”.

Una giornata importante per Matera, che con un alfiere di tale prestigio non potrà che renderci orgogliosi anche in una competizione così internazionale. Ad maiora Emanuele!

About Veronica Mestice

Veronica Mestice
Nasco a Milano nel gelido inverno del 1992. Studio Giurisprudenza a Bari perché "io non sono di quelle anime pazienti che accettano l'ingiustizia con viso sereno". Vivo a Matera, la città meraviglia specchio e rovescio delle categorie consuete. Penso, scrivo, racconto utilizzando un mezzo tanto affascinante e ricco quanto riduttivo e improprio, quale è quello mediato della parola.

Check Also

Mostra fotografica “Domenico Notarangelo: lo sguardo antropologico di Pasolini.”

Dal 20 al 30 aprile nel Grande Albergo delle Nazioni di Bari in mostra le …