Home » Matera Calcio » Matera prima bello, poi equilibrato: Bifulco fa il miracolo

Matera prima bello, poi equilibrato: Bifulco fa il miracolo

Matera-Casertana finisce a reti inviolate. Una gara equilibrata e un punto prezioso per la squadra lucana

Al 25’ della ripresa tutti stavano per rivedere le streghe. Piccinni atterra De Angelis, è rigore. Sembra crollare tutto, perché andare in svantaggio, con l’uomo in meno e contro questa Casertana, non sarebbe stata facile. Invece no. Ci pensa Bifulco a tenere il Matera in parità, perché sarebbe stata un’altra grande beffa. È stata la prova del gruppo che ha provato a vincere ma che si è resa conto che questo 0-0 era veramente prezioso. Il Matera spaventa la capolista Casertana e porta a casa un ottimo punto. Un punto dal quale ripartire.

PRIMO TEMPO – Sono i padroni di casa a spingere fin da subito sull’acceleratore. Ma la difesa biancoazzurra tiene piuttosto bene, tant’è che i falchetti non si rendono pericolosi. Il Matera, però, è in palla e si rende subito pericoloso all’8’: Iannini apre per Piccinni che trova Pagliarini, subito palla per Meola che prova la botta: secco no di Gragnaniello in corner. Biancoazzurri vivi e al 13’ ci riprovano ancora: spunto di Carretta per Letizia che tocca per Pagliarini ma il suo diagonale è troppo alto. La Casertana, approfitta soprattutto degli errori sulla metà campo dei biancoazzurri per poter recuperare palla e offendere. Al 23’ è Mangiacasale che con un buon tocco serve Agyei che trova un pessimo diagonale. Tre minuti dopo, però, i falchetti vanno veramente vicini al vantaggio. Lancio di Capodaglio per Diakitè che in piena area viene chiuso da Di Lorenzo, la sfera arriva a Tito che viene fermato sul più bello proprio dal difensore biancoazzurro: è corner. Sugli sviluppi dell’angolo, è De Angelis che prova l’incornata, ma Bifulco devia la sfera. Il Matera non si chiude e non si lascia intimidire dall’atteggiamento più propositivo dei falchetti. I biancoazzurri, però, quando entrano nelle trequarti ospite possono far male. Al 32’ c’è forse la più ghiotta occasione del match per il Matera. Sugli sviluppi di un corner dei padroni di casa, c’è la velocissima ripartenza di Carretta che in piena area scarica per Letizia che affretta troppo la conclusione: sfera deviata. I biancoazzurri insistono. Sessanta secondo dopo, è Meola che mette al centro da rimessa laterale, l’errore difensivo si trasforma in un assist per Pagliarini: palla alta. Al 37’ arriva la beffa per i biancoazzurri. Sulla trequarti, Zanchi ferma Capodaglio: per l’arbitro c’è il secondo giallo e il Matera resta in 10. Dionigi ridisegna i suoi con l’ingresso di Rolando per Pagliarini. Per il resto non succede niente. Il Matera tiene bene i primi 45’ senza rischiare molto.

SECONDO TEMPO – Parte a razzo la ripresa. Il Matera già al 1’ poteva andare avanti. Sugli sviluppi di un corner, è Meola che crossa verso Letizia che ci prova, Gragnaniello devia, poi è De Rose che clamorosamente a porta vuota calcia a lato. Improvvisa ripartenza per la Casertana che risponde subito. Buon pallone per De Angelis che mette al centro, Diakitè non ci arriva, Tito calcia clamorosamente a lato. Sembra l’inizio di un ottimo secondo tempo, ma così non sarà. Il Matera tiene bene il campo, a difesa dell’uomo in meno. La Casertana fa tanto possesso di palla, ma molto sterile. Al 25’ però sembra esserci un’altra beffa per i biancoazzurri. Crossi di Tito al centro per De Angelis che viene trattenuto da Piccinni: l’arbitro non ha dubbi e concede il rigore. È lo stesso De Angelis a batterlo: ma di fronte si trova un grandissimo Bifulco che in due tempi dice di no, fissando il risultato sullo 0-0. Tre minuti dopo, altro brivido: ci prova ancora una volta De Angelis con un pericoloso diagonale che termina a lato. I biancoazzurri, però, sono vivi e appena hanno l’occasione ci provano. Alla mezzora, è Carretta a provarci: botta a sorpresa con Gragnaniello che para in due tempi. Due minuti dopo, sono ancora i biancoazzurri a provarci. Spunto di Carretta per Iannini che cerca D’Angelo ma la sfera è troppo lunga. Il Matera non ne ha più e cerca di tenersi stretto il punto. I biancoazzurri si chiudono e la Casertana materializza solamente uno sterile possesso palla. Allo scadere, è Mangiacasale a servire Negro che ci prova: Bifulco blocca.

COMMENTO FINALE – Sarebbe stata una beffa incredibile perdere anche oggi. Il Matera c’è e risponde al meglio. Ottima prestazione della squadra di Dionigi che gioca a viso aperto contro la capolista Casertana. Un ottimo primo tempo con almeno quattro occasioni nitide create. Poi, l’espulsione di Zanchi complica un po’ i piani dei biancoazzurri che nella ripresa devono stare molto attenti prima a non concedere nulla agli avversari e poi a provare qualche ripartenza. Il rigore parato da Bifulco su De Angelis è la prova di carattere di una squadra che si è presa questo punto, peraltro meritato. Si riparte da questo punto, il Matera è vivo, e per chi non l’avesse capito, oggi è arrivata l’ennesima risposta.

About Roberto Chito

Roberto Chito
Dal 2010 collabora con il "Quotidiano della Basilicata". Per 4 anni ha gestito il blog "Cuorebiancoazzurro" punto dei tifosi biancoazzurri. Nell'estate 2014 ha fatto nascere TuttoMatera.com, network della nota TuttoMercatoWeb.com. Ad aprile 2014 ha aperto una web radio dal nome "ZonaMatera". In passato ha collaborato con altri portali come: TuttoBari.com, TuttoLegaPro.com, ReteStadio.net e BundesLigaPremier.com.

Check Also

“La lingua geniale” di Andrea Marcolongo a Matera

La lingua geniale, il caso editoriale edito da Laterza, a Matera in un doppio appuntamento …