Ultime notizie
Home » Cultura » I “Di-Segni della Memoria” di Cesare Maremonti al Circolo La Scaletta

I “Di-Segni della Memoria” di Cesare Maremonti al Circolo La Scaletta

Di-Segni della Memoria di Cesare Maremonti al Circolo La Scaletta dal 17 dicembre 2016 al 6 gennaio 2017. Trentaquattro opere sull’importanza del segno.


Sabato 17 dicembre, ore 18
, al Circolo La Scaletta,  in via Sette Dolori, 10 si inaugura la mostra di pittura “Di-Segni della Memoria” dell’artista materano Cesare Maremonti. Trentaquattro opere che raccontano l’importanza del segno strutturato dell’artista e della sua diretta esperienza nel dare forma al ricordo vivido dei suoi ricordi più remoti. Una linea, la macchia di un segno che nasce da ciò che pare assopito nelle nostre anime insieme a ciò che ci perseguita tra sogno e ossessione. Uomini, rapporti, emozioni, gesti, comunicazione: con queste tematiche l’artista cattura lo sguardo e coinvolge lo spettatore, raccontando ciò che rimane ma che è sempre esistito nelle vite di tutti noi. Un braccio che avvolge, un occhio che penetra con le sue lische, un abbraccio che racchiude solitudini individuali, una mano tesa che cerca un vuoto denso a cui aggrapparsi, sono tutte scene di attimi frastagliati del nostro essere, estrapolate e ripulite dall’artista Cesare Maremonti, che funge da restauratore di memorie più che da semplice “operatore dell’arte”. La sua missione di ricomporre l’invisibile per renderlo leggibile a tutti, tra opere su carta, canvas, sculture e tecniche miste raggiunge la completezza di un percorso all’indietro, più evocativo che nostalgico. Una mostra-evento composta da frammenti di una memoria fatta di segni e disegni, costruita idealmente e materialmente da un artista in continua evoluzione, come Cesare Maremonti. La consacrazione di un forte desiderio e l’avventura di un lungo e faticoso lavoro sono la causa e l’effetto della personale, che  rimarrà aperta fino al 6 gennaio 2017 da lunedì al sabato, dalle ore 10.00-13.00 e dalle 16.00-19.00.

Note biografiche

Nato a Matera e poi cittadino del mondo, Cesare Maremonti ha sempre spaziato tra pittura e architettura, arte e design, con un amore controverso e verace verso la propria terra che porta a spasso per i cinque continenti attraverso i suoi progetti artistici. Spirito libero e d’animo irrequieto, Cesare Maremonti è un artista poliedrico: la passione e l’immediatezza che traspaiono dalle sue opere sono tangibili e molto apprezzate dal pubblico italiano ed estero.  Le sue opere si trovano in gallerie d’arte e collezioni private non solo in Italia ma anche in Spagna, Polonia, Turchia, Grecia e Australia. La dinamicità del suo segno ha superato i confini del nostro paese, conquistando sia gli amanti dell’arte sia i critici del settore con la maturità delle sue pennellate, riuscendo a creare un dialogo profondo con i suoi interlocutori. Smascherando le sue tele dai pretesti “manieristici” incide con i suoi colori l’essenzialità di un presente futuristico che lotta silenziosamente e con coraggio contro i propri mulini a vento.

About Veronica Mestice

Veronica Mestice
Nasco a Milano nel 1992, anno che ha cambiato (?) la storia d’Italia. Vivo a Matera, l’eterea città dei Sassi, destinata a diventare la Capitale Europea della Cultura del 2019. Studio Giurisprudenza a Bari, perché “Io non sono di quelle anime pazienti, che accolgono l’ingiustizia con viso sereno”. Librofagia e scrittura le mie passioni, perché ho a cuore il mondo. Affascinata dall’Arte e alla ricerca di un senso. Osservo. Penso. Racconto.

Check Also

A Matera “Va’ dove ti porta il ruolo”: libro d’esordio di Lucia De Gregorio

Va’ dove ti porta il ruolo: sarà presentato il 5 dicembre alla Scaletta la prima …

ciao